Metamorph. Ricerche, opere e progetti. Per la cultura della trasformazione

convegno e mostra

Convegno e Apertura Mostra
1 aprile 2019 – ore 14.30–18.00
Casa dell’Architettura Piazza Manfredo Fanti 47 – Roma

La mostra sarà aperta al pubblico dall’1 all’8 aprile 2019
lunedì–venerdì ore 10.00–19.00 | sabato ore 10.00–13.00 | domenica chiuso

Costituito attualmente dagli architetti Gabriele De Giorgi, Alessandra Muntoni e Marcello Pazzaglini, il “Gruppo” Metamorph ha esordito nel 1965 con il progetto “Un pattern metamorfico per la città”, pubblicato sulla rivista Marcatrè (n. 26-29, 1966). Il modello urbano e la poetica elaborati, ricollegandosi alla cultura delle avanguardie storiche e alla Seconda avanguardia attiva negli anni Sessanta, affrontava la complessità della città reale, predisponendo un organico intreccio tra le direttrici territoriali e la continua trasformazione dei poli, delle reti e delle frange di connessione. Negli anni 1990 e 2000 Metamorph, in sintonia con la “Terza Avanguardia”, ha progettato e realizzato opere in continuità con una ricerca che ha radici lontane. Indagini sul paesaggio, sulla città geografica, su Roma, sul rapporto tra metamorfismo e biocompatibilità, sulle nuove tecnologie dell’era elettronica, costituiscono i temi principali di questa ricerca. La giornata è volta alla presentazione del lavoro dello Studio Metamorph che, attraverso la ricerca progettuale, da più di cinquanta anni affronta i fondamentali cambiamenti in atto nell’architettura contemporanea, sia nel campo della teoria e della pratica progettuale, sia nell’uso delle nuove tecnologie costruttive grazie alle quali ha ottenuto importanti premi e riconoscimenti.

Coordinatore scientifico Arch. Luca Ribichini
Tutor Arch. Nives Barranca

#PROGRAMMA
#REGISTRAZIONE OBBLIGATORIA (ARRM 1926 CFP 3)

programma

ORE 14.30 | Registrazioni CHECK-IN dei partecipanti

ORE 14.50 | SALUTI ISTITUZIONALI
Arch. Flavio Mangione, Presidente Ordine Architetti P.P.C. di Roma e provincia

ORE 15.00 | INTRODUZIONE AL CONVEGNO
Arch. Flavio Mangione, Presidente Ordine Architetti P.P.C. di Roma e provincia

ORE 15.10 | PRESENTAZIONE INTERVENTI
modera
Arch. Luca Ribichini, Presidente Commissione Cultura Casa dell’Architettura
Piero Albisinni e Laura De Carlo, Professori Ordinari, Sapienza Università di Roma
Orazio Carpenzano, Professore Ordinario, Sapienza Università di Roma
Paola De Rosa, Pittrice
Margherita Guccione, Direttore MAXXI Architettura
Luigi Prestinenza Puglisi, Presidente AIAC
Amedeo Schiattarella, Presidente IN/ARCH Roma
Gabriele De Giorgi, Alessandra Muntoni, Marcello Pazzaglini, Metamorph

ORE 18.00 | INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA

ORE 18.00 | Registrazioni CHECK-OUT dei partecipanti

“Il rifiuto di un sistema fisso di riferimento, di ogni ideologia statica, significa pluridirezionalità, pattern di relazione basati su una geometria non elementare ma percepibile nel tempo. Il contrario della confusione-caos che edifica sull’equivoco: il segno architettonico è tridimensionale, sintetico, combatte la città polverizzata ma, escludendo soluzioni univoche, è autocontestativo, spezza la schematica tipologica, moltiplica le alternative, bilancia la maglia urbanistica con la scala architettonica, ed infine arricchisce lo spazio con un dirompere di pause fantastiche”.

Bruno Zevi, Il gruppo Metamorph, in L’Espresso 2 gennaio 1972.