In viaggio con Calvino: il cinema e le sue trame invisibili

rassegna di film

1° al 5 ottobre / Cinema TREVI /

«Scrittore, cinefilo, critico, teorico, cosmonauta dell’immaginario, soggettista e sceneggiatore, documentarista, intellettuale impegnato nella battaglia delle idee e “giocatore” negli apparati culturali, punto di riferimento vitale per i cineasti del XXI secolo, gli esploratori della “verità della vita globalizzata”. All’interno di una mostra in progress (In viaggio con Calvino) ecco una rassegna di film a soggetto “calviniano”, neo-post-realisti, anche industriali, o ispirati ai suoi scritti, comprese le opere che hanno con Calvino un rapporto di scambio a distanza, diretto e obliquo. È il Calvino polemista, in attesa del Sacro Gra» (Silvestri).

«È uno degli scrittori che direttamente meno hanno contribuito al cinema italiano: qualche collaborazione a sceneggiature […]. Ma è forse lo scrittore italiano che più ha anticipato nella propria opera l’immaginario, le fascinazioni, le tendenze del cinema internazionale contemporaneo: il mondo medievale rivissuto con ironia, l’universo magico ripetitivo e fatale della fiaba, le cosmogonie fantastico-scientifiche, le città del sogno tra Oriente visionario e megalopoli moderna, la narrativa come processo combinatorio di elementi preesistenti, la narrazione come forma compiuta che è possibile scomporre giocando col racconto come con gli scacchi» (Tornabuoni).

La rassegna, curata da Roberto Silvestri, è organizzata da IXCO (Istituto Italiano per la Cooperazione o.n.g.), Casa dell’Architettura, Cineteca Nazionale, Archivio Nazionale Cinema d’Impresa.

programma delle proiezioni